Medioevo pallonaro

Ma è mai possibile che il mondo del calcio sia così fossilizzato su se stesso?
Platini considera la tecnologia in campo come l’abate Jorge considerava il libro sul riso di Aristotele!
Collina fa un discorso giusto nelle premesse per poi concludere che si tratta di una “provocazione”.
Chi parla di moviola in campo sono solo dei mentecatti cha sbraitano su squallide TV locali e ne parlano a vanvera, senza sapere di cosa si tratti. Soprattutto quando tirano in ballo la moviola nel rugby che, viene usata SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per determinare mete dubbie. Non quindi – come blaterano i vari Biscardi e suoi cloni urlatori – per decidere se c’è il fuorigioco o un rigore o lo sputo di Gastaldello a Totti!
E cosa fa la UEFA? Piuttosto che usare la moviola piazza altri 2 arbitri da sistemare dietro le porte. Così affrontano lo stesso problema ma possono dire che la tecnologia non serve!
Ridicoli e retrogradi.

Annunci

3 thoughts on “Medioevo pallonaro

  1. Secondo me uno sport dovrebbe essere praticato allo stesso modo, con le stesse regole, in tutti i posti del mondo, all’oratorio come al Giuseppe Meazza. Per questo vedo bene una marea di arbitri, ognuno con un proprio ruolo.
    In fondo anche gli errori arbitrali rendono più umana una cosa che è pur sempre un giuoco (come dice il tuo presidente). Sempre che siano in buona fede e non pilotati…
    Più importante sarebbe invece avere dei giocatori più corretti, sia con l’arbitro che con il nemico… ops l’avversario 🙂 e quindi avere delle regole severissime per chi simula, picchia e parla a vanvera.

  2. Giorgio, le regole sono uguali per tutti. E’ il metodo di applicazione che cambia.
    Come pensi di procurarteli (e pagare) “una marea di arbitri” nelle divisioni minori (non scendo certo al livello dell’oratorio) dove persino i guardalinee sono reclutati tra il pubblico?
    L’errore umano c’è e ci sarà sempre. Con o senza attrezzature tecnologiche.
    Quel che non capisco è perché mostrare un terrore bigotto nei confronti di una possibile miglioria tecnica mentre – da una parte – si autorizzano i cialtroni che si autodefiniscono giornalisti sportivi a disquisire per secoli vivisezionando supermovioloni e – dall’altra – si aggiungono arbitri ovunque ammettendo quindi che il problema esiste.
    Cosa cambia se al posto dei 2 arbitri in più mettiamo un chip nel pallone o una telecamera a fil di palo?
    E perché non vietano la moviola FUORI dal campo così eviteremmo polemiche (e stipendi) inutili?

    • Sono vicino alla posizione di Giorgio, anzi mi spingo un po’ oltre. La figura dell’arbitro è prevista dalle regole del gioco e a lui (e ai suoi collaboratori, quanti ne siano) spettano dei compiti di valutazione che portano con sè un’intrinseca possibilità di errore, che pertanto fa parte integrante del gioco. Una volta accettato l’errore come variabile ‘naturale’ propria del gioco, sul numero degli arbitri si può anche discutere, ma tenendo a mente che l’errore comunque non scomparirà. Quanto alla ritrosia all’utilizzo della tecnologia, il problema non mi sembra connesso a gol fantasma o simili, ovvero a casi che hanno un’incidenza storica molto limitata (quanti ne possiamo ricordare? 5? 10? 20? Su quante miglialia di partite?). Il problema è opporsi ad un utilizzo invasiva della moviola in campo (che è il vero cavallo di battaglia per chi è acceso sostenitore dell’utilizzo della tecnologia), che snaturerebbe il senso del gioco con l’aggravante di essere una falsa soluzione, perchè è esperienza quotidiana che su buona parte degli episodi da moviola importanti (quelli per cui i tifosi si azzuffano a cadenza settimanale: rigori concessi/non concessi, fuori gioco, ecc) rimane comunque la possibilità di diversa interpretazione del medesimo episodio anche dopo la visione della moviola (addirittura la visione a freddo, a ore di distanza).
      L’unica cura, anche per me, sta in primis nella cultura sportiva di chi pratica il calcio, unita all’investimento sulla formazione della classe arbitrale.
      Sul fatto che le regole debbano essere applicate in modo uguale a tutti i livelli, sempre nello spirito di una Cultura sportiva, così come io quando gioco a calcio non performo esattamente come Messi, non mi sento esattamente in diritto di pretendere la direzione di gara di un Collina…
      Quanto alla moviola ‘fuori dal campo’, la vedo (ahimè) un po’ difficile da vietare.
      L’unico rimedio è non guardarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...