Revisionismo

E’ già da un po’ che esiste un nutrito manipolo di nostalgici che lo ritiene un povero martire, una vittima del sistema, un capro espiatorio che ha pagato per tutti. E non mi riferisco solo agli ex complici quasi tutti riciclati nel PdL (a cominciare dal fenomeno da baraccone Brunetta e proseguendo col re del capello unto DeMichelis), né a quella psicolabile della figlia Stefania che, poveretta, non ha mai saputo elaborare il lutto.
Mi riferisco anche a insospettabili, come già scriveva Panorama parecchi mesi fa.
Ma mi riferisco anche alla supersindachessa Letizia Moratti che, non andando mai ai Consigli Comunali della città di cui è supersindachessa, ha un sacco di tempo per pensare a nobili inizitive. L’ultima che le è venuta in mente è di intitolare una via a Bettino Craxi.
Evidentemente vuole far rivivere fasti dei suoi predecessori del PSI Tognoli e Pillitteri.
E aveva iniziato bene donna Letizia, facendosi subito incastrare dopo aver sostituito, ricorrendo anche a minacce, tutti i dirigenti comunali con superconsulenti esterni di dubbia professionalità. E’ tuttora indagata per abuso d’ufficio e violenza privata. Cosucce da poco.
Così Milano rende omaggio al simbolo della propria decadenza morale, a un corrotto e corruttore che, al momento della resa dei conti, è fuggito con un passaporto diplomatico vivendo il resto dei suoi giorni da latitante nella sua maxi-villa tunisina.
Ora restiamo in attesa della risposta di Alemanno. Una bella Piazza Benito Mussolini, Statista.
Che poi a ben vedere, visto che si considerano solo le azioni positive, se la meriterebbe più di Craxi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...