Morte di un Testone americano

Kim era un gran testone.
Sapeva un sacco di cose, Kim, ma non ne sapeva fare altrettante.
Camminava e parlava in modo strano.
A 7 anni fu cacciato da scuola perché con gli altri bambini non andava tanto d’accordo.
A Kim piaceva leggere. Leggeva tantissimo. Due pagine alla volta, un libro all’ora. E quel che leggeva Kim lo ricordava. Tutto.
Era un gran testone Kim ma no era mica stupido.
Quando fu raggiunto dalla fama ne fu lusingato. E iniziò a frequentare le persone. Quelle che si autodefiniscono normali.
Kim viaggiò per l’america, dov’era nato, con una statuetta in mano, spiegando a noi normali che sì, quelli come lui sono dei testoni, ma in fondo anche noi sappiamo essere dei gran testoni – senza nemmeno sapere un libro a memoria.
Era anche simpatico, Kim.
Di Raymond Babbitt disse che sì, gli assomigliava. Ma lui, Kim, non avrebbe mai truffato un casinò.

Ciao Testone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...