Hands off!*

Nick Mallett e Giancarlo Dondo, presidente FIR

Nick Mallett e Giancarlo Dondi, presidente FIR

Quello che sta succedendo nel mondo del rugby italiano è una vera e propria rivoluzione. Anzi, più che a una rivoluzione (che solitamente porta a dei cambiamenti, in bene o in male) quello che sta succedendo alla FIR e al campionato Super 10 (la Serie A del rugby) somiglia più alla caduta dell’Impero Romano con susseguente avvento degli anni bui del medioevo. Una regressione di 10-20 anni.
Non starò qui a descivere tutti gli eventi perché non sarei in grado di sintetizzare il macello successo nelle scorse settimane.
Vi consiglio, per questo, la lettura dell’ottimo Right Rugby. In particolare questo post riassuntivo e i molti precedenti.

Quello che mi preme qui sottolineare è come, nel nostro paese, non si riesca in nessun modo, in nessun campo, a superare la mentalità da politico-trafficone avido di potere da Prima (e Seconda!) Repubblica.

L’intera vicenda della candidatura delle squadre italiane alla Magner’s Celtic League è stata gestita con approccio dirigistico e romanocentrico, senza mai consultare le dirette interessate: le società rugbistiche.
Al momento della votazione poi, i Consiglieri Federali (la maggiorparte ex rugbysti o comunque legati al mondo del rugby) hanno dato il meglio: chi ha chiesto – e ottenuto – il voto segreto, chi ha votato in un modo giurando poi di aver votato in un altro, chi ha votato candidate improbabili (una sorta di scheda nulla)…

Fatto sta che – to cut a long story short – non appena c’è aria di poltrone, soldi e potere qui da noi c’è gente pronta a buttarsi… in mischia! Nemmeno il mondo apparentemente naive e romantico (almeno se paragonato al calcio) del rugby ne viene risparmiato, con buona pace di chi, come me, sperava di vedere semplicemente del buon gioco. Null’altro.

Che tristezza…

Per la cronaca, anche la politica intesa come partiti è intervenuta nella vicenda.
Si è persino parlato di una lotta interna alla Lega Nord tra Lombardi e Veneti. Voce ovviamente smentita dallo stato maggiore leghista ma, a giudicare dalle dichiarazioni di qualche esponente veneto, qualcosa dev’essere successo.

*Hands Off è l’avvertimento che l’arbitro da a un giocatore a terra intimandolo di non toccare la palla quando è la squadra avversaria ad averne il possesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...